Il 20 e il 21 novembre sono state due giornate emozionanti per l'Osservatorio di Genere. Abbiamo partecipato insieme a tutti i partner europei alla due giorni maceratese da cui sono partite ufficialmente le attività di “Walls and Integration: images of building Europe” (WAI), progetto del Comune di Macerata finanziato nell’ambito del programma Europa per i cittadini con un importo di 100.000 euro.

Per la nostra associazione questi due giorni hanno rappresentato un traguardo importantissimo: il progetto nasce, infatti, da un'idea dell'OdG che il Comune di Macerata e il suo Ufficio Europa hanno deciso in modo convinto di sostenere e di presentare nell'ambito dello strand 1 “Remembrance European” del programma Europe for citizens. Grandissima emozione quindi nell'organizzare insieme con il Comune prima e nel partecipare poi alla tappa iniziale di questa avventura che ci vedrà impegnate per diciotto mesi fino ad aprile 2017.

Semplificando possiamo dire che questi due giorni sono stati 5 volte emozionanti.

Emozionanti perché l'Osservatorio ha lavorato attivamente alla costruzione della rete del partenariato europeo: colleghi di diversi ambiti disciplinari con cui nel corso degli anni abbiamo stretto legami professionali e avviato collaborazioni hanno accettato di prendere parte a questa idea contribuendo attivamente anche durante la fase della definizione progettuale. Stima e in molti casi una profonda amicizia hanno fatto sì che i contorni inizialmente piuttosto vaghi di WAI si definissero strada facendo fino a prendere una forma compiuta e ben strutturata.

Emozionanti perché tutto ha funzionato sia il 20 durante i lavori del tavolo tecnico che il 21 durante il workshop scientifico che ha avuto luogo all'ITC “Gentili” di Macerata. Davanti a ben 219 studentesse e studenti delle scuole superiori cittadine si sono avvicendati i referenti scientifici dei partner del progetto per presentare la ricerca e i risultati che ci si prefigge di raggiungere. Immagini della Spagna, della Lituania, della Germania, dell'Irlanda e dell'Italia si sono rincorse durante tutta la mattinata fornendo alle ragazze e ai ragazzi spunti di riflessione circa il processo di integrazione europeo, le sue conquiste ma anche e soprattutto i suoi ritardi e le sue criticità.

Emozionanti perché il discorso con cui il vicesindaco Stefania Monteverde ha aperto i lavori del 21 novembre ci ha colpito. Monteverde, vicensindaco ma anche e soprattutto professoressa, ha sottolineato l'importanza non solo della circolazione delle idee ma anche della condivisione di spazi, concetti e dinamiche, “armi” che soprattutto le giovani generazioni devono affinare per contrastare la violenza e avere la meglio sul terrore e la barbarie.

Emozionati perché se da una parte Macerata ha ospitato l'Europa fornendo agli studenti delle superiori, futuri cittadini di una Europa ancora tutta da costruire, strumenti utili a leggere il presente, dall'altra un pezzetto di Macerata se ne è andata in Europa. Infatti, studiosi provenienti da diversi paesi tanto della nuova quanto della vecchia Europa si sono dati appuntamento qui restando incantati dalla bellezza della nostra città, dal suo fascino e dai suoi sapori.

Emozionanti, infine, perché abbiamo contribuito ad abbattere un pregiudizio secondo cui le donne non sarebbero capaci di lavorare insieme e di ottenere ottimi risultati. WAI ha dimostrato esattamente il contrario: tutte le componenti dell'Osservatorio di Genere (Claudia Santoni, Silvia Casilio, Loredana Guerrieri: coordinamento scientifico; Luisa Gianfelici: responsabile della grafica; Irene Marini: responsabile sito e social) hanno lavorato fianco a fianco alla responsabile dell'Ufficio Europa, Sara Spreca, coadiuvata da Giuliana Carassai e da Viviana Giacomini che hanno avuto il compito di consolidare a livello amministrativo il progetto. Non solo! Anche il contest promosso dal Comune per il logo del progetto è femmina: a vincere il concorso di idee, infatti, è stata una designer trentina che lavora a Parigi, Clio Zancanella, che ha stupito tutti per l'eleganza e la modularità della sua proposta grafica.

Che dire, se il buon giorno si vede dal mattino, le premesse sono ottime per un progetto ricco e intenso. Dopo la due giorni maceratesi ora il prossimo appuntamento è per il 2016: attività didattica con gli studenti, mostre e seminari si svilupperanno da qui fino al 2017 in tutti i paesi partner. Seguite WAI (prog. n. 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM, finanziato dal programma Europa per i cittadini) sul portale dedicato: http://www.wallsandintegration.com realizzato dagli studenti dell'ITC “Gentili” con la supervisione della prof.ssa Letizia Catarini in collaborazione con l'Osservatorio di genere e su tutti i social dedicati.

I contenuti di questo comunicato riflettono solo il punto di vista dell’autore.
L’EACEA e la Commissione Europea non sono responsabili dell’utilizzo delle informazioni ivi indicate.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dove trovi i volumi ODG Edizioni

contentmap_module

Educhiamo alle differenze

CopertinaConcorso

Donne di testa

Donne di Testa

Novità ODG Edizioni

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume raccoglie le biografie delle donne votate nel contesto del progetto social #leviedelledonnemarchigiane promosso dall’Osservatorio di Genere e accolto dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata al fine di recuperare la memoria di donne del passato protagoniste della società marchigiana e ad oggi proposte come meritevoli di intitolazioni di vie e spazi pubblici delle città delle Marche.   

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

L'e-book Gates No Frontiers è uno degli output del progetto Walls and Integration: Images of Europe building Wai, presentato dal Comune di Macerata nell'ambito del  programma Europa per i cittadini, approvato dalla Commissione Europea e finanziato con un importo di 100.000 euro (cod. progetto 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

L'e-book così come tutte le altre attività di WAI sono state finanziate e rese possibili dal programma europeo Europa per i cittadini.

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

Gates No Frontiers is one of the outputs of Walls and Integration: Images of Europe building (WAI), a project, presented by the Municipality of Macerata (Comune di Macerata) of within the Europe for Citizens Program and approved by the European Commission. It gained funding for one hundred thousand Euros (project code 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

The e-book collects the materials, the pictures and the results of the research for the travelling exhibit, "Gates no frontiers"!

This e-book, realized for the WAI project, are freely downloadable from the WAI website!

Di piu'...

Come avere i volumi delle ODG Edizioni?

Per contatti e informazioni: 

info@osservatoriodigenere.com

+39 347 8967936 - +39 349 3726757

 

Diventa socio dell'Osservatorio di Genere e tesserandoti potrai sostenere l'associazione con un contributo che potrai versare con

- Bonifico intestato a:

  • Osservatorio di Genere Banca Prossima
  • IBAN: IT55 G033 5901 6001 0000 0017 941
  • BIC: BCITITMX

 

- Paypal: odg@osservatoriodigenere.com o attraverso il modulo presente nel riquadro qui in basso, se ci si connette da pc o notebook, o in fondo alla pagina, se ci si connette con smartphone o altro dispositivo mobile, cliccando sul pulsante giallo "donazione"

 

- Direttamente nella sede dell'Osservatorio di Genere

via dei Velini 221 Macerata

dal lunedì al venerdì: ore 9.00-13.30

lunedì: 14.30-18.00

 

- Durante gli eventi pubblici dell'OdG 

Sostieni l'Osservatorio

Sostieni le attività dell'Osservatorio di Genere. In pochi passaggi sarà possibile effettuare la tua donazione, il tuo contributo al crowfunding o il versamento della quota associativa in modo del tutto sicuro. Per tesserarsi, compilare il modulo presente nella sezione aposita del sito.

Newsletter

Notizie dalla rete

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.