Il Comune di Macerata ha presentato, durante la conferenza stampa di lunedì 21 novembre 2016, il lancio della campagna CTRL+ALT+CANC. Interrompi la violenza in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, per la quale l'intera settimana sarà arricchita da eventi che sosterranno la tematica.

L'Osservatorio di Genere ha partecipato in modo attivo all'organizzazione, insieme all'Accademia delle Belle Arti di Macerata e al Soroptimist International, Club di Macerata.

 

Erano presenti all'incontro Federica Curzi, assessore alle Politiche giovanili e alle Pari opportunità del Comune, Ninfa Contigiani, presidente Consiglio delle donne di Macerata e docente Unimc di storia della legislazione sociale, Claudia Santoni, presidente dell'Osservatorio di genere, L'accademia di belle arti di Macerata, La presidente del Soroptimist club di Macerata.

La giornata internazionale per l'eliminazione della violenza di Genere rappresenta in modo convenzionale una battaglia che si deve combattere ogni giorno dell'anno.
L'educazione alle differenze è uno degli elementi fondanti di questa lotta, ed è su questa linea che si è deciso di inserire in questa programmazione di eventi la presentazione di "Storia di Giulia, che aveva un’ombra da bambino", a cura dell'Osservatorio di Genere, in collaborazione con Nati per Leggere provincia Macerata, per ricordare che la libertà di essere riconosciuti come “persone”, speciali e uniche, senza stereotipi, è un diritto insopprimibile per ogni essere umano.

Il lavoro, altro tema di importanza fondamentale per l'emancipazione femminile, è il tema della mostra curata da Toponomastica femminile, in collegamento con L'Osservatorio di Genere, dal tema "Donne e lavoro", la quale comprende gli scatti della fotografa Simona Muscolini, realizzate per L'Osservatorio di Genere presso la società cooperativa Athena di Cingoli nell'ambito del progetto RiParO.

Anche l'Accademia di belle arti di Macerata, è stata coinvolta: creatività e nuove idee sono state messe al servizio di un messaggio importante e attuale come l'eliminazione della violenza contro le donne.

La neo presidentessa del Soroptmist International, club di Macerata ha poi presentato un progetto in collaborazione con l'arma dei Carabinieri, riguardante la predisposizione all'interno delle questure di “una stanza tutta per sé”, una stanza protetta destinata alle donne vittime di violenza, in cui le stesse possano sentirsi a proprio agio durante gli interrogatori.

 

Questi gli appuntamenti in programma:

 

MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE - Ore 17.30 Bottega del Libro - corso della Repubblica 7/9

Storia di Giulia, che aveva un’ombra da bambino

Presentazione del libro di Christian Bruel, Edizioni Settenove

 

GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE Piazza Mazzini

PanchinART
la panchina diversa per alzarci contro la violenza

in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Macerata

 

VENERDÌ 25 NOVEMBRE - Ore 17.00

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

MOSTRA "DONNE E LAVORO"

a cura dell'associazione Toponomastica Femminile

CASB Unimc – piazza Oberdan - Palazzo del Mutilato 

Inaugurazione mostra fotografica e Incontro dibattito

Apertura mostra: dal 25 novembre al 4 dicembre

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.