Scarica la locandina

 

Donne di Testa è un’iniziativa finalizzata a rimettere in circolo il sapere femminile in diversi ambiti con uno sguardo alle tematiche di genere.
Il suo obiettivo è valorizzazione il lavoro delle donne, le loro competenze, le conoscenze e le loro esperienze dando visibilità ai saperi femminili con la pubblicazione degli atti di questo seminario (ODG Edizioni).

Dopo il lancio di Donne di Testa | Call for paper (18 luglio-14 ottobre 2017), il comitato editoriale della ODG Edizioni ha valutato i 28 lavori inviati e ne ha selezionati 12 individuando tre macro-aree tematiche capaci di racchiudere i temi affrontati dalle varie autrici. 

Durante due briefing con le partecipanti (il 30 novembre 2017 e il 13 gennaio 2018) abbiamo iniziato a ragionare su come organizzare l'iniziativa e Simona Muscolini ha illustrato le sue idee rispetto alla performance artistica e alla mostra fotografica che accompagnerà Donne di Testa.

 

Backstage Donne di Testa

 

Il 3 febbraio 2018 alle ore 16.00 presso la Sala Conferenze del Museo Tattile Omero, l'Osservatorio di Genere insieme a CGIL Marche, CISL Marche e UIL Marche, con il patrocinio della Commissione per le Pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e del Consiglio delle donne di Macerata presenterà i lavori selezionati offrendo un momento di riflessione sui saperi femminili. 

Per l'Osservatorio di Genere è un'occasione importante per affrontare un tema su cui l'associazione è impegnata da sempre: quello cioè del lavoro delle donne in tutte le sue forme e la valorizzazione delle professionalità e delle competenze femminili.

Particolarmente significativa in questo senso la collaborazione e la partecipazione dei sindacati: con loro già nel 2014 l'OdG aveva collaborato al progetto (RI)pensare le pari Opportunità - (RI)parO, un progetto dell'OdG sostenuto con forza dall'allora Assessora alla pari opportunità della Regione Marche Paola Giorgi, che aveva l'obiettivo proprio di accendere i riflettori sulla condizione del lavoro delle donne nella nostra regione.

Donne di Testa prende spunto anche dai risultati di OrmeInForma | Orientamento al lavoro e inclusione sociale a cui tra l'altro deve l'immagine che ha caratterizzato tutta la campagna di lancio del call for paper realizzata da Daniela Scriboni proprio durante la realizzazione del progetto a Fermo nel 2016.

Donne di Testa vuole essere quindi una tappa di un percorso che viene da londano e che guarda lontano nell'ottica di una sempre maggiore valorizzazione e di un riconoscimento concreto del lavoro delle donne. In questo senso il patrocinio della CPO e del Consiglio delle Donne del Comune di Macerata acquista un valore rilevante con l'impegno da parte dei decisori politici a mantenere alta l'attenzione sulla promozione della parità di genere e sull'eliminazione delle disuguaglianze in ambito pubblico e privato.

 

 

LocandinaDonneDiTestaA3

 

Programma

ore 16.00

Saluti

Meri Marziali – Presidente Commissione per le Pari Opportunità tra Uomo e Donna della Regione Marche

 

ore 16.15

Introduce e presiede

Loredana Guerrieri (Osservatorio di Genere)

 

Percorsi altri: Federica Pintus, L’analisi del costruito nella Macerata del XIV e XV secolo incontra la app Strade che aggregano (realizzata dall'ITE “Gentili” di Macerata)

 

I sessione: Nuovi Linguaggi e Nuovi Saperi

Discussant: Claudia Santoni

Denise Grasselli, Linguaggio ed evoluzione nell’era digitale. Per una definizione di linguaggio giovani telematico

Gloria Corsalini, La lingua degli anziani

Eleonora Ciaralli, Beni Culturali e servizi turistici sul web: il caso del portale Italia.it

 

II sessione: Genere, Diritti e Società

Discussant: Ninfa Contigiani

Chantal Ionni, La questione femminile nel Maghreb. Politiche di genere e processi di identificazione culturale

Alessandra Vita, Gli statuti delle Comunanze Maceratesi tra 800 e 900

Maria Carla Rossi, Storie e vicende della violenza sessuale

Elena Angela Liborio, Il discorso istituzionale della salute. Strategie comunicative e tecnologie della soggettività

 

III sessione: Identità e Mutamenti

Discussant: Silvia Casilio

Valeria Caldarelli, Judith Butler e il riconoscimento dell'abietto

Francesca Testi, Le metamorfosi di Ermafrodito: storia di un'identità alla costante ricerca di sé

Valentina Pinto, Poltrone e grembiulini. Gli stereotipi di genere nei libri per l’infanzia

Federica Romaldi, “Siamo nati per emozionarci” Le emozioni nel pensiero teatrale del novecento e le neuroscienze: una conferma dell'unità corpo-mente

 

ore 18.30

Intervengono

Daniela Barbaresi

Segretaria CGIL Marche

 

Cristiana Ilari

Segretaria CISL Marche

 

Claudia Mazzucchelli

Segretaria UIL Marche